Alla ricerca di un nuovo equilibrio: esiste davvero?

Come affronteranno la fase 2 i tuoi risparmi? 

Idee e soluzioni in un mercato confuso e ballerino.


Se lo vedi dall’esterno, non ci si capisce proprio niente….

Dal 23 febbraio ad oggi sono trascorse 9 settimane: le più lunghe ed infinite della nostra storia recente.

Il virus è ormai ovunque, quasi quasi fa parte di noi.

Siamo tutti ormai stufi di essere rinchiusi in casa e non vediamo l’ora di uscire, di tornare alla normalità: si , ma quale sarà la nuova normalità?

La tensione in generale si è allentata, e lo testimonia anche il fatto che in Tv si torna a parlare delle scaramucce politiche, come e più di prima, e sono divenuti secondari i bollettini della protezione civile.

Questa è la forza di chi vuole vedere avanti, come è giusto che sia.

Tra i tanti che lo fanno c’è un signore, che possiamo ribattezzare “Mr.Market”, che lo sta facendo già da tempo!

Nessuno o quasi se n’è accorto, ma mentre prima si gridava allo scandalo dei miliardi bruciati e persi nei mercati finanziari, adesso nessuno, o ben pochi per la verità, gridano ai quattro venti che si è recuperata una buona parte di quelle perdite.

Morale?

Ti ho sempre raccontato una storia diversa, ossia che Mr.Market, che ha sette vite come i gatti, avrebbe seguito un percorso diverso e per certi motivi inspiegabile. E che nel momento in cui tu vedi nero, lui sorride e se la gode!

E’ andata proprio così anche questa volta …

Infatti se hai avuto modo di seguire le notizie che rimbalzano sulla tv in questi ultimi giorni, la fotografia di oggi non sembra proprio tutto rose e fiori.

  • Lo Stato Italiano dichiara di “regalare” e prestare soldi a tutti, ma nessuno ha visto un euro,
  • le banche presteranno vagonate di soldi, ma prova tu a chiedere,
  • ci sarà la cassa integrazione ma mi sa tanto che prima di giugno non si vedrà nulla.


Ma allora, se questa è la realtà, e tu chiaramente sei preoccupato, come è possibile che Mr.Market (che ti ricordo legge tra le righe il futuro che verrà) corre ?

Non ha senso.

Eppure c’è un motivo a tutto questo…

Il motivo più semplice è che il mercato finanziario può essere uno dei luoghi più confusi sulla terra. E proprio per questo, se intendi muoverti in questo mondo, devi avere mille attenzioni!

Ci sono state molte volte in passato in cui il mercato sembrava essere al passo con l'economia in generale.

Ma ci sono stati anche casi completamente diversi.

E’ il caso degli anni ’30. Il mercato azionario, a livello globale, ha mostrato forti guadagni sia durante la prima guerra mondiale che durante la seconda guerra mondiale , forse il più incerto dei tempi negli ultimi cento anni.

I guadagni delle società in giro per il mondo, sono caduti per 30 volte dal 1930.

Eppure in 23 di quegli anni, il mercato azionario è salito!

Perché è successo e sta succedendo ancora?

Il motivo per cui ciò accade è abbastanza semplice: i dati economici sono orientati all'indietro e il mercato azionario è orientato al futuro.

Te lo ripeto: il mercato finanziario è spesso un luogo confuso, e noi viviamo in tempi confusi.

Ormai non mi sorprende più nulla!

Se chiedi in giro tutti hanno una risposta, e tutti sanno come questa crisi si evolverà da qui in avanti.

Beata certezza, dico io!

Chiaramente poi ci sei tu, che hai i tuoi risparmi da tutelare e ti domandi cosa fare.

Ebbene, la cosa peggiore che potresti fare in un ambiente di investimento come questo è pensare che ci sia solo uno scenario possibile da qui in avanti, ossia che tutto si risistemerà, soprattutto dopo che avranno trovato il vaccino, non solo per la tua sicurezza sanitaria ma anche per i tuoi risparmi

Magari è così, ma per i tuoi risparmi soprattutto, potrebbe anche esserci uno scenario diverso, e questo potrebbe anche non piacerti affatto!

La seconda cosa peggiore che potresti fare è assumere che tu sappia esattamente qual è quel percorso da seguire.

È infatti probabile che il mercato continui a confondere, quindi è meglio mantenere una posizione neutra da qui in avanti.

Quindi cerca, se non lo hai ancora fatto, di avere una gestione neutrale, in questo momento, dunque un sistema di investimento che possa “galleggiare” in ogni fase di mercato: sia quanto le cose vanno bene, che quando le cose vanno male.

Tutto poi deve combinarsi perfettamente con lo scopo del risparmio stesso.

Non puoi dire solo che risparmi per gli imprevisti.

Facile parlare così, impossibile dare una soluzione concreta.

Quindi se non lo hai ancora fatto, rimetti a posto le carte. 

Chiarisci bene cosa vuoi farci in concreto con i tuoi risparmi, e poi crea un nuovo e più efficace equilibro.

Si può fare?

Si.

Come?

Basta chiedere.

Io non ho idea di cosa succederà domani e non ho alcuna intenzione di indovinare.

Quindi abbiamo solo una via da percorrere: quella di costruire un valido equilibrio.

In fondo il detto popolare “Nessuna nuova, buona nuova” è ancora validissimo!

A presto,

Per una prima consulenza, scrivimi!

ti contatterò molto presto per concordare data e luogo dell'appuntamento