Come leggere il Covid-19 un anno dopo: uno schiaffo all'umanità, una carezza sui risparmi

3 insegnamenti da mettere nel cassetto che possono tornare sempre utili


Un anno fa, proprio in questi giorni, iniziava un periodo decisamente infausto per tutti noi. 

Le conseguenze le conosciamo bene ed ancora oggi abbiamo, purtroppo, ancora poco da sorridere.

Il vaccino sembra la soluzione. Ma tra il dire ed il fare (il piano vaccinale e la disponibilità dei vaccini), c’è di mezzo il mare. Ne parlavo in dettaglio di queste tematiche già alcuni mesi fa, in un precedente articolo ( Il vaccino anti-Covid: sarà una gara sprint o una maratona?: sono attuali più che mai!

Anche questa pandemia finirà prima o poi nel libro dei ricordi, ma intanto ne dobbiamo uscire.

Ma è andata così per tutto e tutti?

Ovviamente no!


In questo ultimo anno molti hanno vissuto periodi decisamente bui: la perdita di un familiare o un amico a livello personale, la cassa integrazione e il pericolo di perdere il lavoro, a livello professionale: la paura di rivivere di nuovo la crisi del 2008 dietro l’angolo. 

Lo stesso dicasi per le imprese, tra chi prova a restare a galla, e chi invece corre con fatturati ed utili record, solo per essere in un settore che ha “beneficiato” del Covid (succede anche questo!). 

Ed ancora la disfatta del turismo e degli operatori del settore, e la ristorazione che grida tutta la sua disperazione.

Non è facile pensare in questi momenti ai soldi, ai risparmi, al portafoglio. Ma ancora una volta quelle banconote di carta che hai nel portafoglio, piuttosto che quelle elettroniche che hai sul conto corrente sono il vero termometro della tua vita.

Che ti piaccia o no, fanno la differenza.

Dobbiamo imparare. 

La pandemia dice che molte cose sono cambiate e molte altre non torneranno più come prima. Io non so come la pensi, ma di certo le tue finanze devono avere un nuovo ruolo nella tua vita.

Ed il mio obiettivo qui è darti alcuni suggerimenti operativi che ti potranno tornare utili.

Iniziamo dal primo: ricorda che il futuro è un libro bianco che dobbiamo scrivere. 

Abbiamo dato per scontato che il domani sia un altro giorno e che la routine accompagni e scandisca la vita di tutti noi. 

Ripeto, Abbiamo dato tutto per scontato! 

Ma basta un attimo per stravolgere ogni cosa: quindi tieni sempre in tasca una batteria di scorta!

Cosa voglio dire? Hai presente cosa accade quando quel benedetto cellulare ha la batteria scarica? Non funziona più. Provi un senso di smarrimento per non essere raggiungibile o peggio ancora per non poter chiamare o vedere le ultime news sul web o sui social. 

Dal punto di vista finanziario, questo non deve accadere. 

Ognuno di noi lavora, percepisce uno stipendio o realizza utili dalla sua impresa: ma guai a pensare che ogni mese la batteria del conto si ricarica sempre e comunque! Potresti svegliarti una mattina con un forte mal di pancia. 

Quindi?  

Va costruito un FONDO DI EMERGENZA vero! 

Prendi carta e penna, e metti giù numeri precisi. Almeno 12 mesi anticipati di reddito. 

Fatto? Molto bene…


Adesso però stai attento a non fare l’errore di lasciare i soldi in conto per questo scopo. Puoi trovarti con almeno due problemi: i rischi di trovare proprio nel tuo amato conto corrente ( in Italia ci sono oltre 1900 miliardi depositati in conto) il “gatto morto” che ti ruba i soldi (l’inflazione), e la voglia di spendere quello che c’è in conto.

Ma Marco io non sono uno spendaccione e l’inflazione non c’è! 

Vero, ma attenzione che quello che vedi e percepisci oggi, domani potrebbe essere diverso: proprio come i gatti: sembrano morti, ma invece hanno 7 vite!

Gioca di anticipo: togli l’extra dal conto corrente e accantona in un fondo specifico che ti tuteli da questo rischio.

Secondo insegnamento: impara dalla storia. 



Hai capito bene, la storia, proprio quella di cui ti parlavano a scuola. 

I grandi insegnamenti che nel tempo ci sono arrivati dai Babilonesi, Greci e Romani, si uniscono a quelli che in tempi recenti ci arrivano negli anni ’40, durante la Seconda guerra mondiale. Anche loro parlavano di soldi! (te ne parlerò in dettaglio in un prossimo articolo)

Di cosa sto parlando? Della necessità di vedere lontano. 

Per fare questo dobbiamo tutti essere imprenditori! 

Hai mai visto un titolare d’azienda che si ferma? E’ sempre alla ricerca di fare meglio e di più, giorno per giorno. E soprattutto mette in atto un piano di azione (lo chiamano business plan): dove voglio arrivare e in quanto tempo farlo!

Anche tu devi fare come l’imprenditore: pianifica la tua vita e concentrati sulle 3, 4 cose veramente importanti per te. 

E punta sulla loro realizzazione. 

In questo modo i tuoi risparmi possono essere il tuo esercito che si lancia per la conquista del domani! 


Terzo insegnamento: fatti aiutare da mani esperte che sanno indirizzare le tue scelte: il mercato finanziario è una grande macchina del tempo. 

Ed è maledettamente complicata da comprendere! 


Hai mai visto la cabina di pilotaggio di un aereo?  

Ti sfido a capirci qualcosa….

E non dirmi che basta un tutorial su YouTube per farlo, sai che non è possibile!

Quindi possiamo fare molto se uniamo le forze: tu ti preoccupi di definire i veri obiettivi personali, di famiglia, di impresa, e grazie all'esperienza accumulata da oltre 20 anni del sottoscritto, o di altro valido consulente, possiamo implementare una strategia che usi correttamente e al meglio la macchina del tempo (il mercato finanziario).

Che dici partiamo per questa avventura?

Ti va?

Aspetto di conoscere le tue idee, un confronto è la pietra miliare della crescita.

A presto,

 

 

 

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi

 

Marco Ciafrei

Consulente Finanziario Iscritto all’Albo dei Consulenti Finanziari con Iscrizione Numero 397 del 24/04/2012

Ufficio 1

Piazzetta Zaine, 9
36061 - Bassano del Grappa
 0424521415

Per una prima consulenza, scrivimi!

ti contatterò molto presto per concordare data e luogo dell'appuntamento
@
@
@
@