I 3 motivi sbagliati per credere che il conto corrente sia la tua cassetta di sicurezza per i risparmi.

“I soldi in conto sono il solo ed unico porto sicuro!”


Questo è quello che molto spesso mi sento ripetere da tante persone, che ogni giorno incontro per lavoro.

La convinzione che il conto corrente sia l’unico porto sicuro per i propri risparmi è da sempre la regola numero 1 dei risparmiatori italiani.

Ma è davvero così?

Chi mi conosce, sa bene come la penso; lasciare i soldi in conto è di fatto un grosso errore!

Certo poi va data una risposta alla seconda domanda: ma dove li metto allora?

Ma questa è una cosa che si può sistemare, di cui tornerò a parlare dopo.

Ma voglio tornare sui soldi in conto….


Proprio in questi giorni EUROSTAT, l’organismo europeo che si occupa, tra l’altro,  di determinare  l'andamento di quello strano oggetto non identificato

che si chiama INFLAZIONE, ha dichiarato  il dato ufficiale: nella zona Euro siamo al 4,10%

Guarda tu stesso....




Se solo fosse possibile fare retromarcia e tornare ad 1 anno fa ti accorgi che eravamo a caccia di un igloo, visto che l’inflazione era sotto zero  ( - 0,30% )

E poi dicono che i prezzi non si muovono….

Lo so, nella tua testa sta già per partire l’embolo!

“Il mio reddito è al palo! E  già tanto se ce l’ho ancora….”


Vero, ma adesso concentrati su un altro aspetto…

Se in questi anni sei riuscito a metter da parte dei risparmi, che si sono arenati regolarmente in conto corrente, allora sì che hai un problema!

Guarda questa tabella…



Tranquillo, non voglio assillarti con i numeri ma certe volte, devi fare uno sforzo per capire meglio.

Le percentuali che vedi in alto indicano il livello di Inflazione, mentre la prima colonna a sinistra ( quella di colore grigio per capirci) rappresenta il tempo che passa.


Concentra adesso la tua attenzione sulla colonna 4%: se ipotizziamo di avere 100.000 € in conto oggi, tra solo 5 anni ci ritroviamo con 85.500 !!!

Hai letto bene, vanno in fumo 14.500 € anche se il tuo estratto conto in banca dice che ce ne sono sempre 100.000 € !!!

E’ il valore dei soldi che si polverizza. Altro che sicurezza da cassaforte.

Vuoi ancora ignorare questo problema?

Ora, poiché sono sicuro che concorderai con me che e necessario passare all’azione, vediamo che alternative possiamo utilizzare.

Soprattutto diciamo subito cosa non dobbiamo fare….


1. Fare finta di niente.

Aspettare che tutto finisca in una bolla di sapone sarebbe un errore imperdonabile. 

E questo non perché io abbia la sfera di cristallo, ma semplicemente perché NESSUNO può sapere davvero cosa potrà accadere in futuro. 

Il tempo è una variabile che non puoi controllare.  Ti puoi permettere di sopportare questo rischio?


2. Credere che non ci siano alternative.

Questo è falso. 

La via più semplice è quella di avere il controllo dei risparmi, sempre! 

Quale migliore strumento del conto corrente? 

Peccato però che non potrai così fare molto sia per la tutela ( intesa come sicurezza di mantenere lo stesso valore nel tempo) che per la garanzia.


3. Avere paura. 

L’inflazione non sempre è un orso bruno alto 3 metri pronto a sbranarti! 

A volte ha anche il suo lato “umano”. 

Pensa se oggi hai ancora un mutuo che stai pagando. 

Lo hai fatto a tasso fisso, perché era la scelta migliore ( e lo è tutt’ora!). 

Oggi è arrivato il momento di raccogliere i frutti di quella scelta passata. 

I soldi, proprio in virtù dell’inflazione, non hanno più lo stesso valore di allora ( magari 4 o 5 anni fa!), quindi il peso del debito da pagare diventa incredibilmente più leggero! 

Non avere paura, l’orso bruno si può anche domare.


Ma allora come si esce da questo vicolo cieco?

Utilizzando i risparmi per lo scopo vero per cui sono nati: destinato ad un obiettivo preciso!

E’ proprio così che riesci a bypassare rischi, pericoli, e paure.

Non sai come farlo?

Dai anche un occhio al mio sito web ( www.marcociafrei.it), potrai trovare le basi del mio progetto per identificare cosa ha un senso fare con i risparmi di una vita!

 

Un obiettivo lo puoi sognare, ma se giochi bene le tue carte lo puoi anche raggiungere!

A presto,

Marco 

 

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi

 

Marco Ciafrei

Consulente Finanziario di Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking Spa, Iscritto all’Albo dei Consulenti Finanziari con Iscrizione Numero 397 del 24/04/2012



Ufficio 1

Piazzetta Zaine, 9
36061 - Bassano del Grappa
 0424521415

Per una prima consulenza, scrivimi!

ti contatterò molto presto per concordare data e luogo dell'appuntamento
@
@
@
@